programmatic native Archivi Pagina di Programmatic Italia

Loading...

Klaus Ludemann, CEO di Ligatus, ritiene che la società sia perfettamente posizionata per un’ulteriore crescita. “Siamo lieti di poter avere con Patrik Schwanecke un professionista che sarà in grado di usare la sua esperienza nei mercati di lingua tedesca per sviluppare ulteriormente l’ancora nuovo mercato del programmatic native. Lars Hasselbach, con le sue molteplici capacità imprenditoriali, ha contribuito in modo significativo alla crescita della regione DACH. Dalla base costituita nel mercato tedesco si è quindi esteso ai mercati austriaco e svizzero, oltre a contribuire a modellare lo sviluppo di Ligatus in qualità di network leader nel native advertising e nel functionality advertising.

Gli auguro tutto il meglio per il futuro”. «La possibilità di supportare campagne di native ads sulla nostra DSP è una grande notizia per i nostri clienti che ci rende particolarmente entusiasti» ha dichiarato Alfonso Mariniello, Country Manager di Adform Italia, «Gli annunci nativi seguono il comportamento dell’utente moderno perché si integrano in modo fluido all’interno del contenuto che il lettore sta fruendo offrendo una brand adventure coinvolgente, in modo non intrusivo. Il native ads ci permette di raccontare una storia in modo coerente sui diversi device e migliora le prestazioni, con livelli di coinvolgimento superiori rispetto alla pubblicità usual». Aly Nurmohamed, VP Global Publisher Strategy di Criteo, ha commentato: «Il Programmatic Native è uno dei trend con il più alto tasso di crescita a livello internazionale. Circa la metà di tutte le transazioni digitali avviene oggi tramite dispositivi differenti, con gli telephone a giocare un ruolo sempre più importante nel percorso di acquisto.

I formati nativi si adattano facilmente a dimensioni dello schermo assorted garantendo ottime performance. Grazie alla partnership con Ligatus, i nostri clienti hanno ora accesso in programmatic a una inventory supplementare top class nei principali mercati d’Europa». Aly Nurmohamed, VP Global Publisher Strategy di Criteo, ha commentato: «Il Programmatic Native è uno dei trend con il più alto tasso di crescita a livello internazionale. Circa la metà di tutte le transazioni digitali avviene oggi tramite dispositivi differenti, con gli smartphone a giocare un ruolo sempre più importante nel percorso di acquisto. I formati nativi si adattano facilmente a dimensioni dello schermo diverse garantendo ottime functionality. Grazie alla partnership con Ligatus, i nostri clienti hanno ora accesso in programmatic a una stock supplementare premium nei principali mercati d’Europa».

See also  To fight the online eCommerce onslaught, add emotion Schaefer Marketing Solutions: We Help Businesses
Loading...

Fatturato in forte aumento ed un’importante espansione dell’organico. Mancano ancora quattro mesi alla fine del 2016 ma Ligatus può affermare che sia stato un anno di successo: «Abbiamo già superato i nostri obiettivi di bilancio, quest’anno stiamo crescendo a tre cifre, con entrate generate parimenti da laptop e mobile. Questo si riflette anche in termini di personale impiegato: abbiamo assunto cinque nuovi elementi negli ultimi mesi e stiamo aprendo ulteriori posizioni nella nostra squadra. Prevediamo alti tassi crescita, sia in termini di bilancio che di organico, anche per l’anno prossimo», ha dichiarato Sebastiano Cappa, Country manager per l’Italia di Ligatus. «Ci siamo aperti al settore del Programmatic Native già l’anno scorso grazie all’impiego dei nuovi protocolli. Abbiamo a disposizione una SSP e due DSP proprietarie, una indirizzata al content material advertising e l’altra al direct response.

Con la demand side platform di LiquidM, ci focalizzeremo sulla pubblicità contestuale automatizzata conferendo ai nostri partner nuovi strumenti tecnologici avanzati, dal canto nostro, avremo a disposizione potenti mezzi per migliorare le nostre campagne», ha commentato Cappa, «LiquidM non ha sedi nel nostro Paese ma la sua piattaforma era già utilizzata qui da altri operatori. Opera a livello mondiale, anche in Brasile e negli Stati Uniti, ed è particolarmente forte in Francia e Germania». Con l’acquisizione, l’azienda espande ulteriormente la crescita strategica del advertising and marketing digitale e consolida la sua management di mercato in Europa. Questa acquisizione renderà infatti Ligatus il principale provider di Programmatic Native in Europa. «Il mercato italiano del Programmatic Native è giovane ma sta crescendo rapidamente e molte nuove aziende del settore stanno facendo il loro ingresso.

See also  What is the benefits of buy YouTube video views India

In questo situation, Ligatus occupa comunque una posizione di rilievo perché è l’unica azienda ad operare con una squadra di quindici professionisti e con investimenti massicci». La relazione tra native e functionality è particolarmente stretta e ricca di opportunità, sostiene il manager, laddove una corretta correlazione sul giusto consumatore fa scattare l’azione. «Tutte le caratteristiche del native, d’altro canto, rendono sicuramente migliori le functionality, intese in senso più ampio, anche sul lato brand, dove attraverso progetti speciali di video native, per esempio, andiamo a soddisfare tutta una serie di aspetti comunicativi della marca sollecitando una relazione con l’utente potenzialmente più interessato. La nostra interpretazione di native in relazione alla performance va senza dubbio nella direzione di formati non invasivi, funzionali rispetto all’interesse dell’utente, in linea con il look and feel editoriale».

Loading...