Healthcare Content Marketing: golden rules per benefici

Il primo motivo è che tendenzialmente una strategia di content marketing permette ad un’azienda di creare un rapporto molto più stabile e continuativo con i propri clienti. In un certo senso, si attiva lo stesso meccanismo che si ha quando si va da un medico: tanto più il medico è bravo ed in grado di rispondere alle esigenze del paziente, tanto più è sicuro che il paziente continuerà a rivolgersi a lui. Lo stesso accade per un’azienda del settore healthcare: tanto più riesce a fornire contenuti chiari, affidabili e rilevanti, tanto più spesso gli utenti torneranno a visitare i canali di comunicazione aziendali per avere informazioni rilevanti. Questo contribuisce ad aumentare l’awareness dell’azienda o del brand che diventa automaticamente un punto di riferimento autorevole per tutti coloro che hanno dei bisogni o delle necessità specifiche. Come diretta conseguenza, la distanza percepita tra azienda ed utente si riduce e si crea un rapporto di mutua fiducia, di cui entrambe le parti possono beneficiare.

Il paziente si sente trattato come una personality e non come un semplice “target” di comunicazione e l’azienda è certa di essersi distinta dagli altri competitor e di aver trovatonon solo un cliente, ma un vero e proprio ambassador. Secondariamente, occorre darsi dei macro obiettivi precisi che vengano declinati in obiettivi più piccoli sulla base dei quali produrre dei contenuti. Così ogni pezzo realizzato e diffuso avrà una specifica funzione, coerente con un impianto strategico sia sul piano dei topic trattati, che dei canali attivati. In questo modo, si passerà da una creazione editoriale ad hoc, che spesso appare disorganica e dispersiva ad una cascading content material technique, che permette di organizzare la produzione secondo un sistema quasi a matrice, in cui ogni elemento nasce come conseguenza logica e coerente di un altro contenuto più ampio per tematica o livello di approfondimento. Se, infatti, è vero che gli utenti cercano frequentemente contenuti healthcare è altrettanto vero che non è facile emergere dalla marea di risultati disponibili online.

See also  How To Increase Website Advertising Revenue

Per questo è necessario rendere i propri contenuti “leggibili” non solo per i propri utenti ma anche e soprattutto per il motore di ricerca, attraverso una selezione attenta di poche key phrases rilevanti. La scelta non è una cosa banale: non basta utilizzare parole chiave relative all’ambito di trattazione. Al contrario bisogna riuscire ad anticipare i bisogni dei pazienti e prevedere il loro tipo di ricerca, scovando anche correlazioni di significato non banali. Una perfetta ottimizzazione SEO richiede anche un continuo aggiornamento dei contenuti disponibili sulle proprie pagine web sia producendone di nuovi che modificando quelli esistenti. Mostrandosi attivi e vivaci, ci saranno più probabilità di essere “notati” dal motore di ricerca o di indovinare la giusta combinazione di termini che faccia scalare in alto il proprio contenuto all’interno della search.

Contestualmente, questo migliorerà la considerazione tra i propri visitatori che percepiranno da parte dell’azienda o del brand la cura nel rinnovarsi e una continua volontà di miglioramento, sia negli elementi online che presumibilmente anche nei servizi che offerti.